Particolare dello spartito in 3D

Note fra le Dita

Note tra le dita nasce da un bisogno e da un’idea di Laura, giovane musicista non vedente, che approcciandosi alla lettura degli spartiti musicali in braille descrive questo metodo di lettura completo ma anche macchinoso e poco scorrevole. L’obbiettivo che Laura e Stefano si sono posti durante lo svolgimento della sua tesi di laurea, è quello di creare un nuovo linguaggio tattile che sia facilmente leggibile e più simile all’impostazione di uno spartito classico.
Grazie alle loro +ABILITA’, è stato possibile confrontare processi di stampa 3D innovativi e diversi, adatti a questo tipo di applicazione.

 

Note tra le Dita starts from a Laura’s need and idea: she is a blind musician, that needs to read music scores in braille version, too intricate and not fluent. The project is part of Stefano’s Master Degree Thesis in Design & Engineering: the main goal was to create a new tactile language more similar to traditional music scores and easily readable for blind people. Thanks to their coworking and +ABILITIES, they compared several 3D printing processes, in order to find the most suitable.

 

TEAM

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Tutti i prodotti sono stati ideati, progettati, sviluppati e stampati presso il +LAB sotto il coordinamento della Prof.ssa Marinella Levi.